XXIII Giornata della memoria e dell'impegno

Terra, solchi di verità e giustizia

Terra, solchi di verità e giustizia è il tema della XXIII edizioneFoggia sarà il 21 marzo la “piazza” principale, ma simultaneamente, in migliaia di luoghi d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina, la Giornata della Memoria e dell’Impegno verrà vissuta attraverso la lettura dei nomi delle vittime e, di seguito, con momenti di riflessione e approfondimento. Perchè Libera va a Foggia: >clicca qui

 

 

Per il Veneto, la piazza principale sarà a Padova

 

Padova è una città complessa, che affascina con la vivacità e la forza dell’arte, della cultura e della ricerca scientifica, del richiamo turistico e del sentimento religioso. Padova è attrattiva. Qui l’economia 4.0 è reale, mentre ancora l’attività tradizionale s’intreccia all’economia emotiva e l’economia sommersa s’intreccia con le attività illegali. Qui nasceva la mafia autoctona del Veneto, la mafia del Brenta. Qui Aspide terrorizzava decine di imprenditori in un contesto di diffusa omertà. Qui la n’drangheta entra negli assetti societari, investe i profitti illegali e procaccia affari offrendo servizi in tutti i settori, dalle sale gioco e alle scommesse online al riciclaggio di denaro, dalle estorsioni all’evasione fiscale, fino all’intermediazione nel lavoro, infiltrandosi anche in alcune porzioni dell’economia informale. Ma il patrimonio e le risorse di questa città, la cui Università è insignita con la Medaglia d’oro della Resistenza, si radicano altrove, nella conoscenza critica, nella tradizione di accoglienza, nella sperimentazione di rapporti comunitari e nello scambio della cultura e dei saperi.

 

 

Alle nove formeremo il corteo che da Prato della Valle raggiungerà Piazza Eremitani

Piazza Eremitani è la memoria di Padova, dove sono raggruppati i Musei Civici e sorge la Cappella degli Scrovegni. In Piazza Eremitani con la lettura dei nomi delle vittime innocenti di mafia ribadiremo la presenza di una cittadinanza corresponsabile e monitorante.