18 marzo 2018

18 marzo 2018

ORARIO 18.00 – 20.00

 

“Borsellino” – spettacolo teatrale

 

di e con Giacomo Rossetto

 

una produzione Teatro Bresci

 

Partecipazione ad offerta libera

 

 

Spettacolo vincitore del “Premio Grotte della Gurfa per il Teatro d’impegno civile” promosso dall’Assemblea Regionale Siciliana

 

Il giudice Paolo Borsellino, assassinato da cosa nostra assieme a cinque agenti della sua scorta nella strage di via d’Amelio, è considerato uno dei personaggi più importanti e prestigiosi nella lotta contro la mafia, insieme al collega ed amico Giovanni Falcone.
Sono passati 25 anni da quel maledetto 19 luglio, giorno della strage.
Con lo spettacolo si vuole raccontare la vita del magistrato Borsellino attraverso la descrizione dell’uomo Paolo, un uomo tutto d’un pezzo, un uomo che non accetta compromessi, un uomo dal forte rigore morale, un uomo semplice diventato eroe, il cui lavoro però non è ancora finito.
Dopo la morte dell’amico e collega Giovanni Falcone, il coraggio è ciò che spinge, nonostante la paura, il giudice Paolo Borsellino a compiere fino in fondo il proprio dovere. Di magistrato e di uomo, perché pubblico e privato si contaminano sempre nella sua vita: i pensieri del giudice si rispecchiano in quelli dell’uomo e viceversa.
E’ una storia di parole, fatti, speranze, delusioni, numeri.
Numeri che raccontano i kg di tritolo.
Numeri che raccontano i mafiosi condannati.
Numeri che raccontano gli amici persi.
Numeri che sono grandi o piccoli, ma sempre importanti.
E’ una storia fatta di parole e suoni, musiche e immagini.
Per continuare a lottare.

 

 

 

Per maggiori informazioni sullo spettacolo si veda il seguente link: http://www.teatrobresci.it/spettacoli/borsellino/

 

ORARIO 21.00 – 22.30

 

“Clownmorristi” – spettacolo teatrale

 

Ad opera di Coop.Soc. ONLUS IL TAPPETO DI IQBAL di Barra (Napoli)

 

Partecipazione ad offerta libera

 

 

La cooperativa sociale onlus “Il Tappeto di Iqbal”, opera sul territoriodella VI Municipalità da anni con operatori che spesso sono espressione dei territori in cui sono articolate le azioni socio-educative messe in atto attraverso progetti contro la dispersione scolastica e iniziative dirette alla riappropriazione degli spazi pubblici e all’educazione ad una cittadinanza attiva (Centri Aggregazione Giovanili). In particolare le azioni educative e formative promosse dagli operatori della cooperativa “Il Tappeto di Iqbal” sono fortemente incentrate su una metodologia educativa che fa dell’arte e del gioco canali preferenziali per lo sviluppo dell’apprendimento, di una sana formazione psico-fisica del minore, per veicolare valori positivi, di solidarietà, reciprocità, cittadinanza attiva, che possano essere alternativi a quelli appresi “per strada” spesso inni alla violenza, alla predominanza del più forte, all’ingiustizia e al pregiudizio sociale. L’arte si fa veicolo di buone prassi, di scambi comunicativi espliciti e profondi, tali da accorciare le distanze tra “grandi” e “piccoli”, troppo spesso appartenenti a mondi del tutto diversi. L‘approccio artistico consente, infatti, “l’immediatezza” e la “semplicità” dell’incontro non solo del giovane ma anche di chi è deputato alla sua cura. Dal 2010 Il Tappeto di Iqbal attraverso la Tappeto di Iqbal Coop.Soc. sua originale metodologia aggregativa ha coinvolto giovani ex utenti delle proprie attività ( progetto Chance 1999-2009) all'interno della compagine sociali tanto da vederli diventare soci della compagine sociale. Dal 2011, attraverso il teatro e il circo sociale un gruppo di 15 giovani adolescenti dei quartieri di Barra e Ponticelli hanno iniziato a girare l'Italia in scuole, presidi di Libera, associazioni riuscendo così anche autofinanziare le attività sociali della Cooperativa Il Tappeto di Iqbal fino a rappresentare nel 2012 e nel 2015 l'Italia al Circomondofestival con altri paesi dal Brasile, Argentina, Palestina,etc e nel 2013 premiati dalla Commissione Europea come "Miglior Progetto Italiano di Cittadinanza Critica" Oggi sono ben sette i giovani ragazzi diventati soci e le attività di circo sociale e teatro civile hanno favorito la produzione di spettacoli e un disco tali da diventare nell'ultimo bilancio la principale fonte di autofinanziamento e portando l'intero quartiere di Barra alla ribalta sia nazionale che mondiale attraverso media quali New York Times, Wall Street Journal, The Guardian, Le Monde, KBS Koreana e testate finlandesi, tedesche, canadesi, francesi Attualmente i giovani del Tappeto di Iqbal sono entrati nella mappatura del Cirque du Soleil nota come "CIRQUE DU MONDE" La collaborazione tra “Il tappeto di Iqbal” è partner del Punto Luce di Barra “Save the children Italia”, da maggio 2015 con attività a favore di bambini e adolescenti del territorio attraverso laboratori di Circo Sociale, Partkour, Teatroterapia, Teatro Civile e capofila del Progetto INLUBAL per il Comune di Napoli rivolto ad Adolescenti della VI Municipalità di Napoli (Barra, San Giovanni a Teduccio e Ponticelli) con attività di Teatrodanza, Acrobatica Circense e Break Dance. E’ punto di riferimento per l’Ufficio Nazionale del Garante Diritti Adolescenza e Infanzia, Libera contro le Mafie, Commissione Europea rispetto alle politiche per i giovani, Save the Children, Assessorato Politiche giovanili Regione Campania. e la grande amicizia ma soprattutto il gigantesco sostegno da parte dell’AZIONE CATTOLICA ITALIANA E AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

 

 Per maggiori informazioni si veda il seguente sito internet: https://www.iltappetodiiqbal.com/